• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Cortile e Torre di Avigliana

Il cortile dell’Osteria rappresenta l’unico esempio di cortile interno del Borgo e deriva da uno spazio simile presente ad Avigliana, dominato dalla torre dell’orologio. Questo spazio è delimitato dalle case di Chieri e Pinerolo e da una fabbrica a forma di L, a gallerie aperte, presa da Avigliana, al cui incontro dei bracci si alza la torre. Dal cortile si accedeva alla cucina dell’osteria, ospitata nel 1884 nella casa di Mondovì, alla bottega della casa di Pinerolo e all’osteria stessa attraverso il portico. Al centro del cortile il pozzo proviene da Dronero ed è autentico, unico nel Borgo: di forma ottagona con zoccoletto circolare decorato unicamente con due stemmi sul piano. La torre, all’interno della quale è inserita una scala, è bianca con cornici rosso mattone e mensole bianche e nere.   Questo cortile serviva da ingresso all’osteria di San Giorgio. Proprio l’osteria era segnalata attraverso una grande insegna posta accanto al cancello in legno. All’osteria furono fin dall’inizio assegnati locali spaziosi: una sala al piano terreno, cui si accedeva dal cortile e una loggetta al piano superiore aperta sul fiume, cui si accedeva dalla scala interna alla torre.