• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Il torchio della cartiera. Restauro.

13/02/2012 - 15/03/2012

Nella cartiera al piano terra della Seconda Casa di Bussoleno, il torchio per la pressatura dei fogli si è inclinato su un lato. Ha ceduto la base parallelepipeda su cui poggiava, incassata in una fossa nel pavimento.
La cartiera fu allestita in queste stanze nel 1911, per la Mostra retrospettiva dell’Arte della Stampa organizzata al Borgo durante l’Esposizione Internazionale. Gli arredi e le attrezzature furono portate dalle cartiere Miliani di Fabriano, che le utilizzarono per dare dimostrazione della produzione della carta.
La cartiera è stata restaurata, studiata e riallestita nel 2004, per la mostra sul Museo Nazionale del Libro. Allora, il basamento ligneo non destò preoccupazione e si evitò di muovere dalla propria collocazione il torchio, pesantissimo. Il recente cedimento ha reso indispensabile lo smontaggio, assai difficoltoso per il peso e per gli spazi di manovra ridotti. Del tutto deteriorato è risultato il legno del plinto di appoggio, come anche la base dei poderosi montanti del torchio. Si è reso necessario eliminare le parti inferiori dei montanti, che non offrivano più garanzia di tenuta, consolidare le zone a contatto ed effettuare un inserto ligneo a colmare la cavità lasciata nei tronchi originali e a permettere un nuovo appoggio sicuro.
Causa del degrado è certamente la forte umidità del terreno su cui è costruito il Borgo, sulla riva del Po. Per questo, al momento della ricollocazione, si è interposto uno strato isolante tra il nuovo plinto e la parete della fossa che lo ospita.
Il restauro è stato occasione per un generale intervento di pulitura e manutenzione della cartiera. E’ stato eseguito dal restauratore torinese Renato Bulgarelli, coadiuvato per la movimentazione dalla ditta Fondamenta.
E' quindi ora possiibile visitare la cartiera dopo i recenti lavori di restauro.