• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Strambino

Castello

Il Castello di Strambino, edificato dai signori del luogo, i San Martino, è un complesso costituito da corpi di fabbrica risalenti a epoche diverse.
Dietro la residenza seicentesca sorgono la cappella, le rovine di una fortificazione dell'XI secolo e di una tardo-medievale.
Adibito a residenza, i suoi affreschi servirono da modello per la Sala da Pranzo e per la Stanza della Damigella della Rocca del Borgo Medievale di Torino.
In particolare, vennero copiati un affresco ritraente Arduino, marchese d'Ivrea e re d'Italia, e un motivo a losanghe con lettere R e A coronate (oggi perduto). L'edificio versava in condizioni critiche già nel XIX secolo: Alfredo D'Andrade acquistò il soffitto di uno dei saloni, per trasferirlo nel suo Castello di Pavone Canavese.
Attualmente è di proprietà dei Marchetti San Martino di Muriaglio.