• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Torino ottocentesca: Neomedievismo e Neogotico

Il Borgo Medioevale visto dalla sponda opposta del Po all'epoca della sua costruzione, Torino Musei Civici, Fondo Brayda.

Il Borgo Medievale di Torino è uno dei più significativi prodotti di una corrente culturale, il neomedievismo ottocentesco, che, pur con forme e finalità differenti, ha lasciato in tutta Europa importanti testimonianze nell'architettura, nelle arti, nella letteratura e nel gusto e che ebbe particolare fortuna a Torino e in Piemonte. L'interesse per il medioevo, già vivo nel Settecento, si caricò di nuovi significati con la Restaurazione quando le corti europee, anche come risposta alla condanna illuministica, ricercarono nell'età di mezzo la legittimazione del proprio potere; in questo clima re Carlo Felice di Savoia, per esaltare la storia della famiglia e sottolinearne l'autorevolezza nei secoli, avviò (1824) la ricostruzione dell'Abbazia di Hautecombe in Savoia. (Liberamente tratto da Renato Bordone, Lo specchio di Shallot. L'invenzione del Medioevo nella cultura dell'Ottocento, Napoli, 1993).

Condividi